Skip to content

Enersud

Restringi visualizzazione Allarga visualizzazione Caratteri pił grandi Caratteri pił piccoli Caratteri normali
Sei in:HOME arrow AZIENDA


logo_valprato.png

Valprato Soana (C.A.P. 10080) è un comune della provincia di Torino e dista 66 chilometri da Torino, capoluogo della omonima provincia.

Il Ministero delle Attività Produttive ha rilasciato al Comune di Valprato Soana la concessione, per l'attività di distribuzione di energia elettrica. Attraverso l'Azienda Elettrica Comunale, pertanto, svolge servizio di trasporto e trasformazione su reti di distribuzione in media e bassa tensione per la consegna ai clienti finali.

Il Comune

Valprato SoanaIl  Comune di  Valprato Soana e` costituito da tre centri dell'alta Val Soana di notevole importanza turistica  : Valprato, Campiglia e Piamprato.
Uscendo da Ronco Canavese, dopo aver lasciato sulla destra le sue ultime frazioni di Scandosio e Cernisio, poco a poco vediamo  il paesaggio assumere sempre più i connotati dell' ambiente alpino, con la Rosa dei Banchi (3164 m) che si staglia ormai sovrana sullo sfondo.
Poco prima di raggiungere l'abitato di Valprato, passiamo accanto al Santuario di Iornea, a pianta ottagonale con portichetto antistante. Più in alto, incassata in una piccola gola, spicca la borgata di Chiapetto.
E finalmente, a quota 1113 metri, in una verde conca cui fanno corona suggestive foreste di abeti, ecco  Valprato (Corzoneri - La Cordeneri ) , situato nel punto di convergenza delle Valli di Campiglia e di Piamprato.
Dal capoluogo si può proseguire  per la valle di Campiglia oppure svoltando  a destra raggiungere  la valle di Piamprato. Da Valprato si può  inoltre  salire alle frazioni di Andorina e di Chiesale, fonte di tante  antiche leggende relative alla presenza e ai sortilegi delle streghe.

Campiglia Soana
Campiglia Soana,   situata su una verde conca a 1350 metri di altitudine,dal quale appaiono in lontananza le alte cime della valla, e` collocata  all' interno del  Parco Nazionale del Gran Paradiso fin dal 1979 .
A Campiglia e` stata edificata intorno all' anno mille, la prima chiesa parrocchiale dedicata oltre che a San Giovanni, anche a Sant'Orso, patrono di Aosta. Si ritiene infatti   che Campiglia e Cogne appartenessero alla medesima parrocchia ed anche il comune culto di San Besso sembra convalidare questa ipotesi.
Nel pianoro si eleva il maestoso Hotel Grand Paradis, costruito nel 1970 in uno stile che si fonde armonicamente con l'ambiente alpino. Di fronte all'Hotel, è presente una bella area attrezzata, dove i bambini possono giocare sull'erba ed andare in altalena . In prossimità dell'Hotel Gran Paradis ci sono anche due   palestre di arrampicata su roccia.
Intorno al grazioso centro abitato si possono invece compiere innumerevoli escursioni percorrendo l'antica strada reale di caccia  sino al Pian dell'Azaria,ed oltre.
Il  Piano dell'Azaria costituisce il punto di partenza ideale per gli alpinisti che si accingono a scalare le vette circostanti: la Torre di Lavina (m 3308), la Cima Fer (m2621), e la Rosa dei Banchi (m 3164).
Altre interessanti  traversate permettono di raggiungere Cogne e Champorcher, rispettivamente dal Colle dell'Arietta e da quello della Balma. Durante la stagione invernale, ci si può dedicare allo sci di fondo e allo sci alpinismo. Anche i visitatori meno sportivi apprezzano molto questa località, dove è possibile ammirare rari esemplari di flora alpina e diversi animali selvatici nella quiete della verde  Val Soana.

Piamprato
Lasciato Valprato e salendo verso Piamprato si incontra la frazione Cugnone, sede di  un'antica casa signorile ad archi detta Castello di Picatti, quindi  la frazione di Pianetto e poi il Santuario del Beiran.
Oltrepassato il Santuario, si giunge al pittoresco pianoro di Piamprato (ora in parte devastato dalle alluvioni del  1993/94) con le sue belle case in pietra, risalenti al Settecento-Ottocento. Nella piazza si può invece osservare l'originale Monumento ai "Magnin"  che ci ricorda   quanti stagnini e ramai abbia dato i natali questa terra.
Piamprato, a quota 1551 metri d'altitudine,dispone di  un altro posto di tappa della Grande Attraversata delle Alpi, dove si puo' pernottare prima di proseguire per la Val Chiusella. Nel villaggio si trova anche un caratteristico Agriturismo . E` inoltre  presente un impianto di risalita per lo sci da discesa,   un anello per lo sci di fondo, una palestra di roccia ed in fase  di realizzazione una pista di pattinaggio. Durante la stagione invernale e primaverile, gli appassionati di scialpinismo  possono compiere numerose ascensioni   con le pelli foca.
Agli sportivi si offrono anche altre possibilita' : l'ascensione alla Rosa dei Banchi oppure al Monte Marzo (m 2756) e l'arrampicata su ghiaccio alla Cascata di Santanel oppure sul rio Giaset. Per quanto riguarda le escursioni piu' suggestive, spiccano  fra le molte quelle del Colle della Borra , il colle Larissa ed il Lago Santanel.

La piu' celebre festa che si celebra nel territorio è quella del 10 Agosto, dedicata a San Besso, patrono della Valsoana e di Cogne.   Il Santuario e` raggiungibile  sia da Campiglia,  sia da Piamprato attraverso il colle  della Borra, su  un sentiero sempre ben segnato che tra   verdi pascoli  raggiunge la quota 2578 m , per poi ridiscendere su una vecchia mulattiera in disuso, al santuario di San Besso. Alla festa di San Besso confluiscono fedeli e turisti  non soltanto dalla Val Soana   ma anche  da Cogne e Camporcher ed approfittano di questa ricorrenza per ammirare i costumi della valle Soana o per scambiare qualche frase in patois (francoprovenzale).

 
 
contattaci
contattaci